DAMPAÌ Factory Ethical & Friendly

La nostra factory è un laboratorio di competenze e talenti accomunati da affinità elettive. Una squadra di amici catapultati dal 2011, quasi per caso, nel mondo della moda, provenienti da esperienze e percorsi diversi: architettura, fotografia, arte, editoria, giornalismo…

Tutti accomunati dal pensiero romantico e ambizioso che un accessorio moda possa essere accostato a un oggetto di design, venga prodotto nel rispetto del lavoro, sia accessibile a tutti e, non ultimo, sostenibile.

Al centro l’anima creativa di Simona Giovannetti, architetto e fashion designer che tesse una feconda rete di relazioni con i fotografi Andrea Lunghi e Marco Barretta, l’editrice e artista Angela Galli, il giornalista Marco Tenucci. Con Sinan e Yosmari, detenuti nel Carcere “Pasquale De Santis”, Simona taglia, cuce e crea i campioni delle borse DAMPAÌ.

Vivono tutti all’isola d’Elba.

 

La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo, per la strada, ha a che fare con le idee, il modo in cui viviamo, ciò che sta accadendo (Coco Chanel)

factory-dampai-simona

Simona Giovannetti è l’anima Dampaì. Architetto, fin da piccola ha coltivato la passione per il design e il sogno di creare un oggetto per tutti. Ha disegnato la prima borsa e poi le successive con lo stesso metodo con il quale, per tanti anni, ha progettato case e cose. Segue ogni fase della filiera produttiva. Non le sfugge niente.

Art Director dalle folgoranti intuizioni, Andrea Lunghi da dieci anni fotografa le nostre collezioni e realizza le campagne pubblicitarie. L’Istituto di Cultura Italiana a Vienna, una delle maggiori vetrine artistiche internazionali, nel 2019 ha ospitato una sua personale dedicata all’isola d’Elba.

Mago dello still life, Marco Barretta si destreggia altrettanto bene con le faces delle nostre campagne di comunicazione. Preciso e meticoloso, dove c’è Andrea c’è anche lui. Tiene corsi di fotografia.

Angela Galli è il nostro “vulcano”: pittrice, fotografa, scrittrice, editrice, ha esposto le sue opere in numerose mostre di pittura in Italia e all’estero. Col saggio “Il corpo di una donna” nel 2010 è stata scrittrice toscana dell’anno. Sa leggere l’anima delle persone e trasformare i sentimenti in parole. Tutta la poesia di Dampaì è sua.

Roberta Romani è la nostra signorina Rottermeier. Arrivata qui per amore dal Veneto laborioso, conta, controlla, importa, esporta, parla inglese, francese e tedesco. Non sbaglia mai, neppure quando cucina i suoi dolci.

Fiorentino ma milanese di adozione, Marco Tenucci è giornalista professionista, travel writer, autore di libri e guide. Dopo anni nelle redazioni di magazine di turismo e ambiente, è scappato dalla metropoli e ora vive all’Elba. Gioca con le parole e scrive di tutto. Per Dampaì si occupa di comunicazione e storytelling.

Lucia & Carlo, brasiliana lei, romano lui, hanno vissuto tanti anni fa all’isola d’Elba in una casa condivisa con amici e anche con Simona. Carlo lavorava come stagionale, Lucia studiava per diventare stilista di calzature. In Brasile hanno cominciato a produrre e vendere la loro linea di scarpe e una volta tornati in Italia hanno creato una rivista di moda online. Da un anno si occupano del marketing Dampaì, dell’ecommerce e del sito web.

Entra a far parte della community Dampaì. WEAR A MESSAGE e condividi il nostro pensiero!

DESIGN FOR ALL & RESPECT FOR HUMAN

Tutte le borse DAMPAÌ sono prodotte su nostro disegno. Hanno uno stile unico, minimalista ed essenziale, perché per noi “Less is more”. Sono progettate per limitare la mano d’opera, contenere il prezzo ed essere acquistate “da tutti”, rispecchiando la nostra idea di “design democratico”.

Le borse in pelle vengono confezionate nel nostro laboratorio toscano, nel rispetto dell’artigianalità e della professionalità italiane. Con i nostri stampi realizziamo ogni più piccolo accessorio, dai bottoni ai tiralampo, perché sono i dettagli a fare il design. È un grosso impegno lavorativo ed economico, ma anche una particolarità non rintracciabile in altre borse di uguale target.

WE ARE FASHION DAMPAÌ

Creiamo oggetti di design che chiunque possa indossare. Le nostre collezioni non seguono necessariamente le tendenze della moda. Perché ci piace pensare che… una borsa di design è per sempre.

Le modelle e i modelli che appaiono nelle nostre campagne pubblicitarie non sono professionisti ma amici elbani, gente comune, ognuno col proprio lavoro e la propria storia da raccontare. Facce, corpi, mani, sorrisi, smorfie, tutti si sentono partecipi di un progetto corale. Per la nostra immagine abbiamo scelto loro, fedeli alla linea che ci vede sempre attenti al respiro dell’isola.

FRIENDLY

Per le nostre borse utilizziamo la pelle riciclata, il feltro ottenuto dalle bottiglie di plastica, il neoprene delle vecchie mute subacquee. E il silicone che è un materiale durevole e riciclabile, in poche parole amico dell’ambiente. Perché il futuro della Terra è nelle nostre mani.

ETHICAL

Il nostro magazzino è all’interno della casa di reclusione di Porto Azzurro, all’isola d’Elba. Alcune borse vengono prodotte interamente da alcuni detenuti nel piccolo laboratorio del carcere. Perché la dignità del lavoro non si nega a nessuno.

DAMPAÌ mette a disposizione la vetrina dello store di Portoferraio, affacciato su uno dei lungomari più scenografici d’Italia, ad artisti che hanno qualcosa di bello da raccontare. Da quest’anno lo spazio dedicato agli artisti emergenti diventerà virtuale e ArteInVetrina troverà posto nel nostro shop online. Perché crediamo fermamente che l’arte possa migliorare il mondo che ci circonda.

Dampaì STORES

Dampaì ha conquistato i cuori di molti clienti che apprezzano la qualità, l’originalità e il design di questa manifattura italiana.

Dampaì è presente in molti punti vendita in Italia, in Europa, in Giappone, in Corea e ha propri Dampaì Stores all’isola d’Elba e punti vendita in Messico e a Varsavia!

Alè!